Black Palermo

amvisual 14.11.2018 black sec edit-1.jpg
 
 

74 pagine con 31 fotografie in bianco e nero e grafiche a mano ad inchiostro di china. Il testo è in italiano e inglese. Prima edizione (maggio 2018) otto esemplari stampati a laser e rilegati a mano in stile giapponese; seconda edizione ottobre 2018 dieci esemplari stampa digitale tipografica, grafiche a mano a inchiostro e rilegatura ad anelli.

74 pages with 31 black and white photographs and hand-ink china graphics. The text is in Italian and English. First edition (May 2018) eight copies printed with laser and hand-bound in Japanese style; second edition October 2018 ten copies of digital typographic printing, hand-ink graphics and ring binding.

La storia racconta di una rana felice nel suo stagno. Convinta dalle storie dei viaggiatori di passaggio, commette l'errore di lasciarlo per dirigersi a ovest. Scopre così l'acqua profumata del West Pond. Commette poi un secondo errore: torna a casa. Di notte.

Le immagini e i simboli grafici raccontano la riscoperta dello stagno che considera "casa". La luce del sole, che sorge all'orizzonte, illumina la verità: luci false, inferriate, mostri. Una nuova realtà diventa evidente: c'è una linea che domina le altre, c'è un sotto e un sopra e il sopra crede di essere più importante del sotto, che è fatto di teschi, denti e orbite vuote. Conflitto e soluzione: la legge regola il sotto e il sopra. L'ostilità cresce e le linee si moltiplicano, prima tre, poi quattro e così via: ognuna vuole un posto diverso nel mondo.

Le porte, tantissime. Metafora di speranza, sono chiuse, per sempre, oppure non portano. Neanche le porte portano a nulla. Mere illusioni, scenografie imbellettate, come tutto il resto. Puoi aspettare finchè ti pare, l'acqua non cambierà mai in questo laghetto. Ogni immagine del paradiso è solo una fiaba, una storia edulcorata per bambini che stanno buoni.

The story tells of a happy frog in its pond. Convinced by the stories of passing travelers, he makes the mistake of leaving it. Thus he discovers the scented water of the West Pond. Then he makes a second mistake: he come back home. At night.

The images and graphic symbols tell the rediscovery of the “home” pond. The light of the sun, rising on the horizon, illuminates the truth: false lights, railings, monsters. A new reality becomes evident: there is a line that dominates the others, there is a below and an above and the above believes to be more important than the under, which is made of skulls, teeth and empty orbits. Conflict and solution: the law regulates the below and the above. Hostility grows and the lines multiply, first three, then four and so on: each one wants a different place in the world.

The doors, a lot. Metaphor of hope, they are closed, forever, or they do not carry anywhere. They are mere illusions, embellished scenographies, like everything else. You can wait as long as you like, the water will never change in this pond. Every image of paradise is just a fairy tale, a sweetened story for philistine children.

 

Tutte le pagine.

All pages jpgs